Passa al contenuto
Approfondimenti > Digitale e tecnologia

Rapporto degli adolescenti statunitensi sulla telefonia mobile: ieri chiamavano, oggi mandano sms, domani usano le app

3 minuti di lettura | Ottobre 2010

Se sembra che gli adolescenti americani stiano messaggiando in continuazione, probabilmente è perché in media inviano o ricevono 3.339 messaggi al mese. Si tratta di più di sei per ogni ora in cui sono svegli, con un aumento dell'8% rispetto all'anno scorso. Utilizzando dati recenti provenienti dalle bollette mensili di oltre 60.000 abbonati alla telefonia mobile e da sondaggi condotti su oltre 3.000 adolescenti, The Nielsen Company ha analizzato i dati relativi all'utilizzo della telefonia mobile da parte degli adolescenti negli Stati Uniti per il secondo trimestre del 2010 (aprile 2010 - giugno 2010). Nessuno manda più sms degli adolescenti (dai 13 ai 17 anni), soprattutto le ragazze, che inviano e ricevono in media 4.050 sms al mese. Anche gli adolescenti maschi superano gli altri gruppi di età, inviando e ricevendo una media di 2.539 messaggi. I giovani adulti (18-24 anni) si piazzano in seconda posizione, con uno scambio di 1.630 messaggi al mese (una media di tre messaggi all'ora).

Uso degli SMS in base all'età

Il motivo numero uno per acquistare un telefono? Non è più la sicurezza

L'invio di messaggi di testo è attualmente il fulcro del comportamento mobile degli adolescenti. Il 43% dichiara che è il motivo principale per cui ha acquistato un cellulare, il che spiega perché l'input QWERTY è la prima cosa che cercano nella scelta dei loro dispositivi. La sicurezza, che nel 2008 era la ragione principale per acquistare un telefono, ora è meno importante: è secondaria tra le ragazze e meno tra i ragazzi. Anche la possibilità di tenersi in contatto con gli amici è ancora uno dei tre fattori principali.

2156_chart2

Gli SMS sono più facili e veloci delle chiamate vocali

Tutta questa attività di messaggistica è andata a scapito della voce. L'anno scorso gli adolescenti mandavano messaggi invece di telefonare perché era divertente. Ora, il 78% degli adolescenti riconosce la funzionalità e la convenienza degli SMS, considerandoli più facili (22%) e più veloci (20%) delle chiamate vocali (anche se sempre divertenti). L'attività vocale è diminuita del 14% tra gli adolescenti, che in media parlano al telefono per 646 minuti al mese. Mentre il consumo di voce aumenta e raggiunge un picco all'età di 24 anni, solo gli adulti sopra i 55 anni parlano meno degli adolescenti. Gli adolescenti di sesso femminile, che sono più socievoli con i loro telefoni, hanno una media di circa 753 minuti al mese, mentre i maschi ne usano circa 525.

Uso della voce per età

Dati e applicazioni sono le stelle nascenti

L'area di crescita innegabile è l'utilizzo dei dati. Il 94% degli abbonati adolescenti si auto-identifica come utente di dati avanzato, che utilizza il cellulare per messaggistica, Internet, multimedia, giochi e altre attività come i download. Sebbene l'utilizzo da parte degli adolescenti non raggiunga i livelli di attività dei giovani adulti, è aumentato notevolmente rispetto al secondo trimestre dello scorso anno, passando da 14 MB a 62 MB. Questo quadruplo aumento è il più grande tra tutti i gruppi di età. Gran parte di questo incremento è dovuto ai maschi, che sono più esperti di gadget e consumano 75 MB di dati, rispetto ai 17 MB del secondo trimestre dello scorso anno. Le donne adolescenti utilizzano circa 53 MB di dati, rispetto agli 11 MB di un anno fa.

Gli adolescenti non solo utilizzano più dati, ma scaricano anche una gamma più ampia di applicazioni. I download di software tra gli abbonati adolescenti che utilizzano le app hanno registrato un aumento del 12% rispetto allo scorso anno, passando dal 26 al 38%. Questo include applicazioni popolari come Facebook, Pandora o YouTube. L'uso del web mobile ha superato anche l'attività sui giochi preinstallati, il download di suonerie e la messaggistica istantanea. Anche altre attività mobili come la posta e gli avvisi di testo hanno registrato una crescita significativa.

2156_chart4