Passa al contenuto
Approfondimenti > Pubblico

Rapporto sul sondaggio federale

1 minuto di lettura | Febbraio 2013
{“order”:6,”name”:”subheader”,”attributes”:{“backgroundcolor”:”000000″,”imageAligment”:”left”,”linkTarget”:”_self”,”pagePath”:”/content/corporate/au/en/insights”,”title”:”Insights”,”titlecolor”:”A8AABA”,”sling:resourceType”:”nielsenglobal/components/content/subpageheader”},”children”:null}

Secondo l'ultimo sondaggio Nielsen, la Coalizione vincerebbe le elezioni con uno scarto di circa il 6%. Il sondaggio nazionale su 1.400 intervistati, condotto da giovedì a sabato (14-16 febbraio 2013), mostra la Coalizione con il 56% delle preferenze dei due partiti (in crescita di quattro punti rispetto al 13-15 dicembre 2012) davanti all'ALP con il 44% (in calo di 4 punti).

Per quanto riguarda le primarie, i laburisti sono al 30% (in calo di 5 punti) e la coalizione sale di quattro punti al 47%. I Verdi guidano i partiti minori con l'11% (+1). Family First è al 2% (stabile) e gli indipendenti sono al 6% (stabili). Gli altri partiti sono al 4% (stabili).

I partiti Liberal e National vincerebbero le elezioni con un'oscillazione delle preferenze di circa il 6%. Se si calcola il voto bipartitico in base al modo in cui gli intervistati hanno dichiarato che avrebbero assegnato le preferenze, il risultato è che la Coalizione è al 55% (+4) davanti all'ALP al 45% (-4).