Passa al contenuto
Approfondimenti > Sport e giochi

Musica 360: Gli americani fanno della musica la loro principale scelta di intrattenimento

2 minuti di lettura | Ottobre 2014

In un mondo mediatico frammentato in cui la tecnologia sta rimodellando le abitudini dei consumatori, la musica continua a essere la colonna sonora della nostra vita quotidiana. Secondo Music 360 2014, il terzo studio annuale approfondito di Nielsen sui gusti, le abitudini e le preferenze degli ascoltatori di musica negli Stati Uniti, il 93% della popolazione del Paese ascolta musica e trascorre più di 25 ore alla settimana sintonizzandosi sui propri brani preferiti. 

Per centinaia di milioni di americani, questo significa che la musica è la principale forma di intrattenimento. Intervistati sulle loro attività nell'ultimo anno, il 75% degli intervistati ha dichiarato di aver scelto attivamente di ascoltare musica, addirittura prima di guardare la televisione (73%).

Uno dei motivi per cui la musica permea così tanto le nostre abitudini quotidiane è che si intreccia con le nostre vite in ogni momento della giornata. Quasi un quarto di tutti gli ascolti musicali avviene quando siamo al volante, mentre l'ascolto al lavoro o durante le faccende domestiche rappresenta circa il 15% del tempo settimanale dedicato alla musica.

La radio è la piattaforma principale per il consumo di musica: il 59% degli ascoltatori utilizza una combinazione di radio AM/FM o online per sintonizzarsi ogni settimana sui propri artisti e gruppi musicali preferiti. Altre piattaforme popolari sono le librerie musicali individuali dei consumatori (48%), i servizi di streaming musicale on demand come Spotify, YouTube o Vevo (41%) e i servizi di streaming musicale curati come Pandora o iTunes Radio (36%). Queste nuove tecnologie supportano anche le vendite di musica. Tra i consumatori di musica digitale che ascoltano online o tramite un dispositivo mobile, il 18% ha acquistato un brano durante lo streaming.

Gli smartphone sono il terzo dispositivo più utilizzato per ascoltare musica, dopo le radio e i computer, ma il loro effetto sull'ascolto musicale è in crescita. Gli smartphone consentono ai consumatori di accedere alla musica alle loro condizioni e nel palmo della mano, e più di 7 americani su 10 ne possiedono uno. Questa crescita si ripercuote anche sulle vendite di musica: nel 2014 il 39% dei possessori di smartphone ha acquistato musica su questo dispositivo, rispetto al 34% di un anno fa.

Questo è il primo di una serie di articoli sulle abitudini musicali dei consumatori negli Stati Uniti.