Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Caso di studio: L'evoluzione degli spettatori di video digitali

1 minuto di lettura | Settembre 2015

Con la continua evoluzione del panorama degli spettatori, sempre più adulti spostano la loro attenzione sulle piattaforme video digitali. Gli inserzionisti e le agenzie sono interessati a capire come le tendenze di visione dei video premium influenzeranno l'impatto del marchio e l'efficacia delle campagne. Per sviluppare strategie altamente efficaci e massimizzare il ROI sono necessarie metriche approfondite sulla viewership, focalizzate sulla crescita dei video digitali.

Per comprendere meglio i modelli di consumo dei video, Google ha collaborato con Nielsen per ottenere informazioni più approfondite sulle variazioni, rispetto all'anno precedente, del tempo trascorso dagli spettatori in TV, su YouTube e su altre proprietà digitali, misurato sui vari dispositivi, tra cui televisori, desktop, smartphone e tablet.  

L'analisi di Nielsen ha rivelato che per i giovani di età compresa tra i 18 e i 49 anni il tempo trascorso a guardare la TV è diminuito di quasi il 10%, mentre il tempo trascorso su YouTube è aumentato del 44% da dicembre 2013 a dicembre 2014 (dicembre è stato scelto in quanto è tradizionalmente un mese di forte ascolto della TV). Nello stesso periodo YouTube è stato il leader di tutte le piattaforme video digitali, raggiungendo più adulti di qualsiasi altra piattaforma video digitale premium.

Questa ricerca ha dimostrato che il video digitale è un'opportunità sempre più importante per gli inserzionisti e le agenzie per raggiungere un pubblico crescente e comunicare il messaggio del proprio marchio. Google ha convalidato la crescente abilità di YouTube come piattaforma video digitale in grado di fornire un'enorme portata incrementale.

Per ulteriori approfondimenti, scaricate il caso di studio completo.