Passa al contenuto
Approfondimenti > Pubblico

Gli afroamericani esercitano il loro potere alle urne

2 minuti di lettura | Novembre 2016

Le elezioni presidenziali di quest'anno saranno probabilmente ricordate come una delle votazioni più chiacchierate degli anni a venire. E segue un'altra storica elezione in cui gli elettori afroamericani hanno esercitato il loro potere politico in numero record.

Nelle elezioni del 2012, per la prima volta nella storia, gli afroamericani hanno registrato il più alto tasso di registrazione degli elettori e di affluenza alle urne di tutte le razze, superando i bianchi non ispanici nell'affluenza alle elezioni con il 66% contro il 64%. Oggi, poco meno di 29 milioni di afroamericani hanno diritto al voto, il che rappresenta il 13% degli elettori statunitensi, un tasso che cresce del 3,7% ogni due anni. Di fatto, l'affluenza alle urne dei neri è aumentata costantemente negli ultimi tre decenni.

Gli afroamericani continuano a investire nel perseguimento di continui guadagni economici e nell'avanzamento dell'uguaglianza nelle loro comunità. I Millennial afroamericani, in particolare, sono stati catalizzatori del cambiamento, sfruttando i social media, i dispositivi mobili e varie piattaforme di live-streaming per amplificare la loro voce sulle questioni di giustizia sociale. L'uso della tecnologia per realizzare cambiamenti sociali e civici è una manifestazione della continua crescita del coinvolgimento politico di base nella comunità afroamericana.

DONNE AFROAMERICANE ALLE URNE

Se le elezioni di quest'anno seguiranno le tendenze di voto del passato, le donne afroamericane sono pronte a far sentire la loro presenza alle urne. Durante le elezioni presidenziali del 2012, le donne afroamericane che si sono registrate per votare (76%) e che hanno votato (70%) sono state più numerose degli uomini di colore (69% di registrazione e 61% di voto). Di fatto, le donne afroamericane di ogni fascia d'età, ad eccezione di quelle con più di 75 anni, hanno superato i livelli di registrazione e di voto degli uomini di colore.

L'OTTIMISMO ABBONDA, MA C'È SPAZIO PER I MIGLIORAMENTI

Sebbene questi siano tempi incerti, gli afroamericani sono ottimisti sulla direzione che sta prendendo il Paese. Secondo un sondaggio di Harris Poll del marzo 2016, gli afroamericani sono più ottimisti di qualsiasi altro gruppo sul futuro del Paese: Il 49% degli afroamericani ha dichiarato che il Paese sta andando nella giusta direzione, contro il 45% degli ispanici, il 42% degli asiatico-americani e il 23% dei bianchi. Ma c'è ancora un notevole margine di miglioramento. Secondo un sondaggio di Harris Poll del luglio 2016, più della metà degli afroamericani (53%) ha dichiarato che gli alloggi a prezzi accessibili e l'assistenza sanitaria accessibile e di qualità sono questioni comunitarie che devono essere affrontate. Inoltre, il 42% ritiene che l'assistenza all'infanzia e l'università a prezzi accessibili siano importanti e il 39% afferma che c'è bisogno di cibo sano e a prezzi accessibili.

I leader di domani nasceranno dai Millennial aspirazionali di oggi. Infatti, il 74% dei Millennial afroamericani concorda sul fatto che spesso si trovano a ricoprire ruoli di leadership, una percentuale superiore del 14% rispetto al totale dei Millennial, e il 48% dei Millennial neri concorda sul fatto che ambiscono a uno status sociale elevato, il 21% in più rispetto al totale dei Millennial. I Millennial afroamericani hanno anche grandi aspirazioni di carriera. Il 73% dei Millennial neri afferma di voler raggiungere i vertici della propria professione, il 23% in più rispetto al totale dei Millennial. Grazie alle crescenti opportunità, alla partecipazione civica leader nella società e all'espansione del potere d'acquisto, gli afroamericani, in particolare la generazione dei Millennial, continueranno a plasmare e influenzare la società americana in modi nuovi e progressisti.

Per ulteriori approfondimenti, scaricare il rapporto Nielsen Young, Connected and Black.