Passa al contenuto
Approfondimenti > Pubblico

Le donne asiatico-americane influenzano le tendenze generali di shopping e bellezza

4 minuti di lettura | Maggio 2017

Le popolazioni multiculturali degli Stati Uniti continuano a crescere e, sebbene quelle di origine asiatica e delle isole del Pacifico (collettivamente, asiatico-americane) siano il gruppo razziale più piccolo del Paese, sono quelle che crescono più rapidamente. Di conseguenza, le influenze asiatico-americane stanno avendo un impatto profondo e riconoscibile sulla cultura tradizionale del Paese. Alla guida di questa influenza ci sono le donne asiatiche americane. 

Digitally Fluent with an Intercultural Mindset, il quinto rapporto Nielsen sui consumatori asiatici americani della serie Diverse Intelligence, illustra la rapida crescita e il potere in espansione della popolazione femminile asiatica. Una tendenza esplorata nel rapporto, in cui le donne asiatiche americane sono in prima linea, è quella della salute e del benessere.

Le donne asiatiche americane si preoccupano di come si prendono cura di sé, dentro e fuori. L'81% delle donne asiatico-americane afferma di essere sempre alla ricerca di nuovi modi per vivere uno stile di vita più sano, il 3% in più rispetto alle donne bianche non ispaniche. Di conseguenza, si concentrano sulla salute e sul benessere sia nei negozi di alimentari che in quelli di bellezza.

IL FRESCO È LA COSA MIGLIORE E I PRODOTTI DI ISPIRAZIONE ASIATICA SONO MAINSTREAM

Quando fanno la spesa, le donne asiatico-americane cercano spesso prodotti in linea con le loro preferenze di stile di vita sano. Il 50% dichiara di consumare regolarmente alimenti biologici, con un aumento del 27% rispetto alle donne bianche non ispaniche. A ulteriore riprova del desiderio di mangiare sano, le famiglie asiatiche americane spendono in media il 16% in più di dollari nel reparto prodotti freschi rispetto alle famiglie bianche non ispaniche. Inoltre, acquistano e spendono di più per prodotti come kiwi, funghi, spinaci e germogli freschi.

I prodotti alimentari asiatici, un tempo disponibili solo nei negozi di specialità asiatiche, stanno diventando sempre più diffusi anche nelle grandi catene di supermercati. L'influenza asiatica sul mainstream statunitense è evidente, in quanto alcuni prodotti ispirati ai sapori asiatici stanno registrando una maggiore popolarità tra coloro che non hanno origini asiatiche. Ad esempio, il 44% delle famiglie bianche non ispaniche acquista piatti pronti surgelati di ispirazione asiatica, rispetto al 34% delle famiglie asiatiche americane. Inoltre, il 44% delle famiglie bianche non ispaniche acquista noodles e ravioli secchi, rispetto al 39% delle famiglie asiatiche americane. Altri prodotti di ispirazione asiatica che le famiglie bianche non ispaniche acquistano di più sono: miscele di riso, riso istantaneo e chow mein. Si prevede che questa tendenza continuerà con lo sviluppo di gusti più esigenti da parte di altre razze ed etnie negli Stati Uniti e con il continuo aumento della multiculturalità della popolazione del Paese.

IL FENOMENO K-BEAUTY

Un'altra tendenza che sta diventando popolare negli Stati Uniti sono i prodotti K-beauty. K-beauty è un termine abbreviato per indicare i prodotti sudcoreani per la cura della pelle, il trucco e il bagno/corpo, nonché i regimi di cura della pelle firmati, che spesso incorporano fino a 10 o più fasi.

Le donne asiatico-americane e il loro uso dei social media (come YouTube) e di altre piattaforme digitali (blog) hanno favorito il rapido adattamento della K-beauty negli Stati Uniti. I post sui social di appassionate consumatrici di prodotti e regimi di K-beauty hanno guadagnato trazione e risonanza nelle pubblicazioni di bellezza tradizionali. Il fermento intorno alla K-beauty ha fatto sì che questi prodotti fossero disponibili sugli scaffali dei grandi distributori, dei drugstore e dei negozi di bellezza. Ora questi prodotti hanno un pubblico di fedeli di tutte le età, razze ed etnie. Questa diffusione tra i consumatori ha aiutato la Corea del Sud a diventare, con 2,4 miliardi di dollari, il quarto esportatore mondiale di prodotti di bellezza nel 2015 (fonte: The World Factbook Central Intelligence Agency, 2016).

LO YOGA VIAGGIA VERSO OVEST

Lo yoga come esercizio fisico è diventato popolare negli anni '80 negli Stati Uniti; tuttavia, le sue origini risalgono ai primi anni del 1900 e provengono dalla cultura indiana dell'Asia orientale. Oggi più di 36 milioni di persone praticano lo yoga, che oggi è un'industria da 16 miliardi di dollari (fonte: 2016 Yoga in America Study, Yoga Journal e Yoga Alliance). Con tanto di attrezzature di marca, tappetini, asciugamani ed eventi, lo yoga raggiunge spesso un pubblico benestante con un alto reddito disponibile e potere d'acquisto. Più della metà delle donne asiatiche americane (56%) pratica yoga, una percentuale superiore a quella delle donne bianche non ispaniche.

Ulteriori punti salienti del rapporto sono:

  • Il 76% delle donne asiatiche americane pagherà per un marchio di cui si fida, anche se è leggermente più costoso.
  • Il 54% delle donne asiatiche americane ha viaggiato al di fuori degli Stati Uniti continentali negli ultimi tre anni, con un aumento del 67% rispetto alle donne bianche non ispaniche.
  • Le donne asiatiche americane possiedono più computer, tablet e console per videogiochi rispetto alla popolazione totale.

Per ulteriori approfondimenti, scaricate il rapporto Nielsen Digitally Fluent with an Intercultural Mindset.