Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

I posti allo stadio senza il caldo: Il pubblico guarda gli sport estivi in luoghi diversi da ristoranti e bar

4 minuti di lettura | Settembre 2018

È opinione comune che lo sport abbia il potere di cambiare il mondo. Che si tratti di un fuoricampo che vince la partita, di un gol all'ultimo minuto al momento del fischio d'inizio, di un fotofinish mentre sventola la bandiera a scacchi o di una buca in uno, le persone amano l'emozione di questi momenti indimenticabili e desiderano condividerli con gli amici più stretti, i parenti o anche con un perfetto sconosciuto. Guardare lo sport su una televisione lineare, soprattutto lontano da casa, offre al pubblico l'opportunità di connettersi con gli altri quando non può essere presente allo stadio.

Per comprendere meglio le abitudini di visione della TV lineare degli appassionati di sport quando sono lontani dalla comodità del loro divano, Nielsen ha condotto un'indagine estiva tra le persone di età pari o superiore ai 18 anni che fornisce informazioni direzionali su aree chiave di interesse per gli inserzionisti: posizione, abitudini di co-visione, attenzione e composizione demografica.

Posizione, posizione, posizione

Sebbene si sia sempre saputo che le persone guardano i contenuti televisivi lineari fuori casa, i luoghi precisi di visione sono sempre stati sfuggenti. Grazie alla nostra recente indagine, ora sappiamo esattamente dove le persone guardano lo sport quando sono fuori casa. Il sondaggio ha riguardato ristoranti/bar, case di altre persone, ufficio, palestra, in transito (schermi permanenti su un autobus), camere d'albergo, aeroporto e altri luoghi.

I dati confermano l'idea che i ristoranti/bar rimangono uno dei luoghi più popolari per la fruizione di contenuti sportivi OOH, dato che il 26% degli intervistati ha dichiarato di aver guardato sport OOH solo in un ristorante/bar. Tuttavia, la visione in altri luoghi è una grande attrazione per i contenuti sportivi OOH. Del restante 74%, il 40% ha dichiarato di guardare sia nei ristoranti/bar che altrove e il 34% solo in altri luoghi. Ciononostante, i ristoranti/bar sono stati il luogo più frequentato da tutti gli intervistati.

Mentre le tendenze relative alla visione di contenuti OOH sono simili tra le persone di età compresa tra i 18 e i 34 anni e quelle di età superiore ai 35 anni, l'83% dei telespettatori più giovani (18-34) ha dichiarato di aver guardato contenuti sportivi al di fuori delle mura domestiche, in un luogo diverso dal ristorante/bar, nell'ultima settimana. La seconda opzione più alta è stata la casa di qualcun altro (49%), seguita dal lavoro (35%) e dalla palestra (38%).

È sempre meglio quando lo si vede insieme

In linea con quanto rilevato dal servizio di misurazione nazionale Out-of-Home di Nielsen, l'analisi evidenzia che i giovani tra i 18 e i 34 anni rappresentano il 53% degli spettatori OOH che hanno seguito gli sport estivi. È interessante notare che oltre la metà (55%) degli adulti tra i 18 e i 34 anni ha dichiarato di guardare con altre persone, e un terzo di loro ha guardato con altri due adulti. Tra gli sport estivi misurati, vediamo che in media le donne preferiscono guardare i contenuti OOH con un gruppo più numeroso rispetto ai maschi (gruppo femminile di 3,5 contro gruppo maschile di 3,3).

Ma poiché la visione di contenuti fuori casa spesso avviene in ambienti soggetti a conversazioni ad alta voce, distrazioni e altre attività, è lecito chiedersi se gli spettatori stiano ascoltando i contenuti che stanno guardando. In breve, sono impegnati sia con la pubblicità che con il gioco. L'indagine ha rilevato che fino al 66% degli spettatori OOH è stato in grado di ascoltare l'intero evento che ha seguito sulla TV lineare. In definitiva, i consumatori che guardano contenuti sportivi al di fuori delle mura domestiche sono impegnati in altre attività mentre guardano, ma ascoltano molto quello che c'è sullo schermo.

In generale, i contenuti sportivi attirano molto gli spettatori più giovani, con la Generazione Z e i Millennials che guidano quasi il 45% delle visualizzazioni OOH di sport. In media, l'indagine ha riscontrato che i fan che si sono sintonizzati per guardare gli sport esaminati sulla TV lineare quest'estate sono in maggioranza maschi, con una percentuale del 62%, hanno un'età media di 38 anni e vivono in case con un reddito familiare medio di 67.000 dollari. Allo stesso modo, i telespettatori OOH dei principali sport estivi erano prevalentemente maschi, con un'età media compresa tra i 35 e i 40 anni; tuttavia, il loro reddito familiare era leggermente più alto, in quanto andava da 64.000 a 76.000 dollari.

Mentre solo pochi fortunati possono vivere lo sport dal vivo in tutta la sua gloria, il vetro della TV è un ottimo canale per il pubblico per guardare la propria squadra o il proprio giocatore preferito in una stanza piena di fan appassionati e pazzi come loro. Negli ultimi due anni, il settore dei media e della pubblicità ha fatto passi da gigante per quantificare l'audience OOH, soprattutto per i contenuti sportivi. Oggi, la comprensione del luogo in cui avviene la visione OOH è un altro passo avanti nel percorso di misurazione di tutte le occasioni in cui i consumatori guardano la TV e fornisce agli inserzionisti un'immagine molto più chiara della vera audience totale di un programma.

Per ulteriori approfondimenti, scaricate il nostro recente rapporto OOH sulla visione degli sport estivi.