Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

La portata costante della radio: Conquistare l'attenzione dei consumatori

4 minuti di lettura | Giugno 2019

Se c'è una cosa che abbiamo imparato sulla radio, è che il suo appeal di massa è rimasto costante nel tempo come il mezzo di comunicazione più diffuso in America. La radio, primo mezzo di comunicazione elettronico, continua a raggiungere più americani di qualsiasi altra piattaforma misurata da Nielsen. Tra gli adulti di età superiore ai 18 anni, la radio raggiunge ogni settimana il 92% degli adulti statunitensi.

La radio è molto richiesta e ha un ascolto diversificato se si considera il numero di persone che si sintonizzano in base all'età, al sesso e all'etnia. Non sorprende che gli adulti 18-49 siano la fascia demografica che si sintonizza di più. La portata mensile di questi ascoltatori è di 132,4 milioni (98% della popolazione) e il formato Country è quello che preferiscono. Gli adulti 25-54 sono la seconda fascia demografica più raggiunta dalla radio, con 123,6 milioni (99%) di ascoltatori mensili.

Se analizziamo questi dati demografici in base al genere, l'ascolto rimane forte. Sia le donne che gli uomini di età compresa tra i 18 e i 49 anni utilizzano la radio in gran numero, con un numero di ascoltatori quasi uguale, rispettivamente 65,9 milioni (97%) e 65,4 milioni (98%). Anche in questo caso, il Country è il formato principale per entrambi i sessi.

La popolarità della radio si estende anche agli adolescenti, raggiungendo mensilmente il 93% della popolazione statunitense. Ciò si traduce in 23,3 milioni di giovani tra i 12 e i 17 anni che si sintonizzano sulla radio ogni mese. In questa fascia demografica giovane, la Pop Contemporary Hit Radio (CHR) è il formato preferito, mentre il Country è al secondo posto. Anche gli adulti neri e ispanici sono facilmente raggiungibili dalla radio: il 98% di ciascun gruppo ascolta mensilmente, il che si traduce in 35,1 milioni di ascoltatori neri e 45,6 milioni di ascoltatori ispanici.

La radio si connette con il pubblico giusto al momento giusto, in particolare quando i consumatori sono in giro e pronti a fare acquisti. I consumatori utilizzano la radio soprattutto quando sono fuori casa. L'ascolto fuori casa durante l'intera settimana è più che doppio (69%) rispetto a quello in casa (31%).

Dal momento che la maggior parte dei programmi radiofonici viene consumata fuori casa (in particolare quando si va e si torna dal lavoro o si fanno commissioni), la radio offre un'opportunità significativa per gli operatori del marketing e gli inserzionisti di trasmettere il loro messaggio appena prima di un potenziale punto di acquisto. Il continuo successo e la resistenza della radio sono dovuti in gran parte allo spazio invidiabile che occupa nella console automobilistica. È gratuita, onnipresente e a portata di mano di quasi tutti i consumatori in viaggio. La maggior parte dell'ascolto della radio fuori casa avviene in auto: il 66% durante la settimana, il 71% durante i normali spostamenti dal lunedì al venerdì e il 79% nei fine settimana.

In prospettiva, le nuove tecnologie e le piattaforme di distribuzione, tra cui i podcast e gli altoparlanti intelligenti, stanno ampliando il panorama audio, offrendo ai consumatori contenuti più specializzati e modalità di ascolto. Quando si misura l'uso dei podcast per mercato, Washington D.C. e Seattle-Tacoma (46%) hanno avuto la più alta penetrazione tra tutte le famiglie nei mercati radiofonici PPM (Portable People Meter) di Nielsen. New York è al primo posto per possesso di smart speaker (46%), seguita da Minneapolis St. Paul e Philadelphia (36,9%).

La radio continua a essere un mezzo di comunicazione dinamico per i consumatori, che si evolve e si arricchisce grazie alle piattaforme e alle tecnologie emergenti.

Per ulteriori approfondimenti sull'audio, scaricate il nostro recente rapporto Audio Today di giugno 2019: Come l'America ascolta.

it