Passa al contenuto
Approfondimenti > Digitale e tecnologia

Gli australiani anziani scelgono il cellulare per tenersi aggiornati con le notizie online

3 minuti di lettura | Adam Axiak | Novembre 2020

Il 2020 ha portato con sé molti cambiamenti e sfide, ma ha anche spinto gli australiani senior, di età superiore ai 65 anni, ad abbracciare rapidamente le opzioni digitali per gli aggiornamenti in tempo reale, per rimanere informati sulla COVID-19. Infatti, gli australiani di 65 anni e più passano l'81%1 del tempo in più a consultare le notizie online rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Tenersi informati sui punti caldi, sulle aree colpite e sulle iniziative di supporto è stato fondamentale per prendere le precauzioni necessarie, e per farlo si sono affidati ai siti di notizie online.

Poiché gli impatti della COVID-19 si sono evoluti così rapidamente, la necessità di aggiornamenti in tempo reale ha portato gli australiani senior ad adottare dispositivi mobili per comodità e aggiornamenti regolari. Nel 2020, gli australiani di età superiore ai 65 anni hanno più che raddoppiato (102%) il tempo che dedicano alla lettura di contenuti giornalistici tramite dispositivi mobili.

Durante lo svolgimento della pandemia, il ruolo delle notizie locali è stato sempre più importante nell'informare gli australiani sull'impatto della COVID-19 sulla loro comunità. Chiusure, restrizioni alle attività commerciali e hotspot sono stati variati non solo a livello statale, ma anche a livello di comunità. 

Poiché gli australiani di 65 anni e più rimangono vigili e prendono le precauzioni necessarie, rispetto all'anno scorso dedicano quasi il doppio del tempo (88%3) a contenuti di notizie locali. Le notizie locali hanno svolto un ruolo significativo anche nello stato di Victoria, gravemente colpito dalla seconda ondata di coronavirus. Con l'aggravarsi di questa seconda epidemia e la risposta del governo statale con chiusure e restrizioni, i siti di notizie locali sono diventati imperativi per i vittoriesi, che hanno potuto così comprendere la situazione nella loro zona e adeguare di conseguenza le proprie abitudini e stili di vita. Durante i mesi di luglio e agosto, l'impegno sui siti di notizie vittoriani è salito alle stelle, con il pubblico che ha trascorso il 67%4 del tempo in più a consumare i loro contenuti rispetto all'anno precedente.

Mentre stiamo ancora imparando a orientarci nella pandemia e ci avviciniamo alla fine del 2020, è stato chiaramente un anno importante per il consumo di contenuti giornalistici, e probabilmente continuerà per qualche tempo a venire. Le circostanze in continua evoluzione che circondano la COVID-19 hanno accelerato il ciclo delle notizie, mentre una nazione profondamente e personalmente colpita da queste notizie dedica molto più tempo al loro consumo.     

Fonti: 

  1. Nielsen Digital Content Ratings, Tagged mensile, gennaio-ottobre 2019 e gennaio-ottobre 2020, sottocategoria Attualità e notizie globali, incluse tutte le entità che hanno riportato per tutti i periodi, Persone 2+, Digitale (C/M), Mobile e Computer, Tempo medio totale speso, Testo
  2. Nielsen Digital Content Ratings, Tagged mensile, gennaio-ottobre 2019 e gennaio-ottobre 2020, sottocategoria Attualità e notizie globali, incluse tutte le entità che hanno riportato per tutti i periodi, Persone 2+, Digitale (C/M), Mobile e Computer, Tempo medio totale speso, Testo
  3. Nielsen Digital Content Ratings, Tagged mensile, gennaio-ottobre 2019 e gennaio-ottobre 2020, sottocategoria Eventi attuali e notizie globali, incluse tutte le entità che hanno effettuato la segnalazione per tutti i periodi, persone di età superiore ai 65 anni, mobile e computer, tempo totale medio trascorso, testo
  4. Nielsen Digital Content Ratings, totale mensile, luglio-agosto 2019 e luglio-agosto 2020, sottocategoria Eventi correnti e notizie globali (marchi e sottomarchi vittoriani), incluse tutte le entità che hanno effettuato il reporting per tutti i periodi, persone 2+, mobile e computer, tempo totale medio speso, testo