Passa al contenuto
Centro notizie >

UN NUOVO RAPPORTO RIVELA GLI HOTSPOT DI CRESCITA FINO AL 2030 NELL'ASEAN, E NON SONO LE MEGALOPOLI

5 minute read | Mila Lubis | Luglio 2017
{“order”:3,”name”:”pubdate”,”attributes”:{“hidePublishDate”:”true”,”jcr:mixinTypes”:”[cq:LiveRelationship]”,”sling:resourceType”:”nielsenglobal/components/content/publishdate”},”children”:null}

Un messaggio per giornalisti e redattori:

- Nielsen raccomanda vivamente a giornalisti e redattori di includere una breve spiegazione di Nielsen

    metodologia nell'articolo, ogni volta che si fa riferimento ai dati Nielsen come fonte di informazione.

- Per evitare eventuali inesattezze nell'utilizzo dei dati Nielsen come riferimento, non esitate a contattare la persona sopra indicata per chiarimenti.

- Nielsen ha il diritto di replica per qualsiasi inesattezza sull'utilizzo dei dati Nielsen nell'articolo.

UN NUOVO RAPPORTO RIVELA GLI HOTSPOT DI CRESCITA FINO AL 2030 NELL'ASEAN, E NON SONO LE MEGALOPOLI

SINGAPORE, 6 LUGLIO 2017 - Le regioni di peso medio dell'ASEAN con popolazione compresa tra 500.000 e cinque milioni di abitanti sono la prossima grande scommessa di crescita della regione, secondo un nuovo rapporto della società di gestione delle prestazioni Nielsen e della società di strategia economica AlphaBeta, sfatando la convinzione comunemente diffusa che le megalopoli come Giacarta, Manila e Bangkok siano l'unico motore di crescita della regione.

Il rapporto Nielsen/AlphaBeta, Rethinking ASEAN, sfata i miti comuni sulle dinamiche dei consumatori e del mercato all'interno della regione per rivelare il vero panorama dei consumatori dell'ASEAN (vedi grafico 1) e prevede i punti caldi per la crescita fino al 2030. L'analisi analizza la domanda attuale e futura di oltre 700 città e regioni delle sette maggiori economie dell'ASEAN e copre 10 categorie di prodotti tra le più popolari: cioccolato, pasta istantanea, bibite gassate, birra, sigarette, shampoo, detersivo per bucato, pannolini per bambini, crema idratante per il viso e vitamine.

"Sebbene negli ultimi anni l'ASEAN abbia ottenuto un riconoscimento economico, le imprese tendono a considerarla come un'unica entità e, sorprendentemente, si sa poco delle numerose città e regioni che compongono l'arcipelago. La diversità dei suoi 625 milioni di abitanti rappresenta una moltitudine di etnie, lingue e religioni. Per questo è fondamentale che le aziende adottino un approccio granulare per comprendere le opportunità di mercato nell'ASEAN", afferma Patrick Dodd, presidente del Nielsen Growth Markets Group. "È giunto il momento per le aziende di guardare oltre le megalopoli per vedere i punti caldi delle opportunità di crescita all'interno delle regioni di peso medio".

Il rapporto Nielsen/AlphaBeta identifica tre principali fasce di città all'interno dell'ASEAN: le megalopoli, con una popolazione superiore ai cinque milioni di abitanti, le grandi regioni o città di peso medio con una popolazione superiore al milione e inferiore ai cinque milioni, e le piccole regioni o città di peso medio con una popolazione compresa tra 500.000 e un milione.

Il rapporto è alimentato dall'ASEAN Consumer Demand Forecaster, uno strumento in grado di effettuare previsioni fino al 2030 per 10 categorie di prodotti principali. Fornisce una visione di oltre 700 regioni e province, in modo che le aziende possano avere una prospettiva granulare dei mercati.

Esaminando le regioni e le province dell'ASEAN, il rapporto ha inoltre rivelato che all'interno di uno stesso Paese ci possono essere regioni con tassi di crescita annuale a due cifre e altre regioni con una crescita nulla. Ad esempio, in Tailandia, la domanda a livello nazionale è cresciuta ad un tasso relativamente modesto dell'1,2% annuo dal 2010, ma Chiang Mai (con più di 500.000 abitanti) è cresciuta sette volte tanto.

"Quando ci si rivolge ai mercati di consumo, i dati a livello di Paese non bastano più", afferma Dodd. "Sebbene l'analisi a livello di Paese fornisca una visione olistica del panorama di mercato, non mostra la crescita della domanda tra le regioni all'interno di un Paese, che può variare in modo sostanziale".

Cosa spinge la crescita delle regioni di peso medio?

I sei principali fattori di crescita delle regioni di peso medio evidenziati nel rapporto comprendono: Il commercio transfrontaliero e la logistica, la presenza di cluster economici e aree di outsourcing dei processi aziendali, l'aumento delle regioni satellite, le risorse naturali, il turismo vivace e una base di consumatori in crescita.

"I nuovi hotspot di consumo che stanno emergendo nell'ASEAN sono il risultato di una combinazione di diversi fattori di crescita", spiega Dodd. "Le aziende devono esaminare le forze che stanno guidando la crescita nelle regioni di peso medio per comprendere la crescita passata e valutare la sostenibilità di queste traiettorie di crescita".

Dodd prosegue: "Per la regione ASEAN, la taglia unica non va bene per tutti. Per attingere a questi mercati, le aziende dovrebbero concentrarsi sull'innovazione dei prodotti e sulle strategie di distribuzione che rispondono agli stili di vita, alle esigenze e alle sfide dei consumatori in aree specifiche."

Dodd raccomanda tre azioni chiave per le aziende che vogliono sfruttare le regioni di peso medio dell'ASEAN:

1. Prima di entrare in un mercato, le aziende devono considerare che i "punti di decollo" variano in modo significativo tra le varie categorie di prodotti, e anche con precisione dove e quando all'interno dei Paesi. Le aziende dovrebbero sviluppare l'attivazione delle categorie su base microregionale.

2. Il complesso panorama dell'ASEAN richiede un approccio granulare per comprendere le opportunità di mercato nella regione. Le aziende dovrebbero definire strategie mirate a segmenti di clientela e regioni specifiche. Questo approccio aiuterà le aziende a dare priorità alle proprie risorse, siano esse spese di marketing o enfasi strategica.

3. Data la diversità delle regioni dell'ASEAN e la frammentazione dei canali di distribuzione commerciale, le aziende dovrebbero esaminare la struttura della distribuzione all'interno dei Paesi per poter gestire meglio le relazioni e individuare i punti in cui è meglio coltivare i rapporti con i distributori.

FIGURA 1: Il vero panorama dei consumatori dell'ASEAN

Fonte: Rapporto Rethinking ASEAN, giugno 2017, Nielsen

Informazioni su AlphaBeta

AlphaBeta è un'azienda di consulenza strategica che serve clienti in tutta l'Australia e l'Asia dagli uffici di Singapore e Sydney. Il suo team di consulenti è composto da esperti di strategia e di economia che collaborano con clienti del settore privato, pubblico e no-profit per identificare le forze che modellano i loro mercati e sviluppare piani pratici per creare prosperità e benessere. Per maggiori informazioni, visitate il sito www.alphabeta.com.

Informazioni su Nielsen

Nielsen N.V. (NYSE: NLSN) è un'azienda globale di gestione delle performance che fornisce una comprensione completa di ciò che i consumatori guardano e comprano. Il segmento Watch di Nielsen fornisce ai clienti dei media e della pubblicità servizi di misurazione della Total Audience su tutti i dispositivi in cui vengono consumati i contenuti (video, audio e testo). Il segmento Buy offre ai produttori di beni di consumo confezionati e ai rivenditori l'unica visione globale del settore per la misurazione delle performance di vendita al dettaglio. Integrando le informazioni provenienti dai segmenti Watch e Buy e da altre fonti di dati, Nielsen fornisce ai suoi clienti sia misurazioni di livello mondiale sia analisi che aiutano a migliorare le prestazioni. Nielsen, una società dell'S&P 500, è presente in oltre 100 Paesi e copre più del 90% della popolazione mondiale. Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.nielsen.com.