Passa al contenuto
Approfondimenti >

Televisione e oltre, uno sguardo da bambino

5 minuti di lettura | Dicembre 2009
bambini2

Patricia McDonough, Vicepresidente senior, Approfondimenti, analisi e politica

SOMMARIO: Vi presentiamo i mini magnati dei media che stanno dettando le vendite elettroniche e i modelli di utilizzo dei media nelle case americane: i bambini. La TV continua a coinvolgere i bambini di tutte le età, ma i più grandi gravitano verso Internet, mentre i più piccoli abbracciano DVD, videoregistratori e DVR. Che si tratti di un utilizzo in solitaria o di una visione congiunta con amici e familiari, i bambini connessi rappresentano un'opportunità fertile per gli inserzionisti.

I bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni registrano più di 28 ore di visione a settimana, principalmente guardando la TV...

Se state cercando di trovare un bambino di età compresa tra i 2 e gli 11 anni, la cosa migliore è iniziare la ricerca nella sala multimediale, dove i bambini più grandi (dai 6 agli 11 anni) registrano più di 28 ore di visione a settimana, guardando principalmente la TV, ma trascorrendo anche quasi 2,5 ore a guardare DVD o a giocare ai videogiochi, con un'ora aggiuntiva dedicata al DVR e 18 minuti per il videoregistratore.

I bambini più piccoli, di età compresa tra i 2 e i 5 anni, passano quasi 25 ore alla settimana davanti alla TV, più di 4,5 ore guardando i loro DVD preferiti, circa 1,5 ore guardando le offerte DVR, più di un'ora giocando ai videogiochi e 45 minuti con il videoregistratore.

I modelli di visione si dimostrano prevedibili, con la visione della TV tra i bambini più piccoli che raggiunge il picco in prima serata e l'utilizzo delle periferiche (DVD, DVR, VCR, console per videogiochi) che raggiunge il culmine poco prima della prima serata (ore 19.00). Tra i bambini più grandi, di età compresa tra i 6 e gli 11 anni, la visione e l'utilizzo delle periferiche hanno un picco durante la prima serata, con l'eccezione dei videogiochi, preferiti nella fascia oraria del doposcuola.

Giocattoli tecnologici

Le piccole mani sono impegnate, sia che siano ai comandi di una console di gioco, di un lettore MP3, di un televisore ad alta definizione o di uno smartphone. Le famiglie ad alta intensità di elettronica tendono ad essere quelle con bambini di età inferiore ai 12 anni, che fanno attivamente pressione sui genitori per ottenere il dispositivo più recente. Ad esempio, il 68% delle famiglie con bambini possiede un sistema di videogiochi in casa, contro il 32% delle famiglie in generale.

KidsViewing_Charts_161109_1

Il 32% in più di famiglie con bambini piccoli ha dichiarato di possedere un dispositivo portatile per videogiochi. Quasi il 30% in più di famiglie con bambini piccoli ha elencato un lettore MP3 tra i dispositivi elettronici; il 17% in più si è collegato per vedere brevi video in streaming. Il 16% in più di famiglie con bambini piccoli si è collegato a un servizio Internet a banda larga. Circa il 15% in più di case incentrate sui bambini vanta un videoregistratore digitale e un televisore a grande schermo. Le famiglie con bambini sembrano essere più esperte di tecnologia, con un 12% in più di smartphone rispetto alla media delle abitazioni.

La televisione rimane il mezzo preferito da tutti i bambini di età compresa tra i 2 e gli 11 anni...

Tempo di TV

Nonostante l'assalto di nuovi dispositivi e media, la televisione rimane il mezzo preferito da tutti i bambini di età compresa tra i 2 e gli 11 anni, con un consumo televisivo ai massimi da otto anni, se si include la riproduzione DVR o la visione spostata nel tempo. Inoltre, la distribuzione dei minuti di televisione per fascia oraria si distribuisce in modo molto coerente nell'arco della settimana sia per i bambini più piccoli che per quelli più grandi, con i bambini più piccoli che tendono a guardare più televisione nei giorni feriali del mattino.

KidsViewing_Charts_161109_2

Quando i bambini più piccoli, di età compresa tra i 2 e i 5 anni, gestiscono il telecomando, le loro scelte di rete variano a seconda della giornata, con la PBS che inizia la mattina e le reti via cavo orientate ai bambini che rappresentano i due terzi delle opzioni di visione. I ragazzi più grandi, di età compresa tra i 6 e gli 11 anni, trascorrono meno tempo con la programmazione della PBS e quasi tre quarti della loro giornata di visione sono dedicati ai programmi delle reti via cavo per bambini.

Scelte del programma

Se lasciati a se stessi, i bambini dai 2 ai 5 anni e dai 6 agli 11 anni guardano principalmente programmi per bambini. Quando un'altra persona entra nella stanza, l'equazione di visione cambia. Solo il 9% dei bambini tra i 2 e i 5 anni guarda i programmi delle reti radiotelevisive da solo durante il giorno, ma questa percentuale sale al 40% quando un altro bambino tra i 2 e gli 11 anni guarda con loro e sale ulteriormente all'82% quando un adulto di età superiore ai 18 anni guarda insieme. Lo stesso schema vale per i bambini più grandi, dai 6 agli 11 anni: il 24% guarda una rete radiotelevisiva durante il giorno da solo, il 38% quando c'è un altro bambino nella stanza e il 63% in co-visione con un adulto dai 18 anni in su.

Decisioni digitali

Il passaggio alla televisione digitale ha avuto un impatto minimo o nullo sulle abitudini di visione dei bambini per entrambe le fasce d'età, né ha cambiato materialmente la portata complessiva del mezzo. I bambini continuano a vedere la stessa percentuale di TV in diverse stanze della casa. I bambini più piccoli, tra i 2 e i 5 anni, stanno abbandonando i videoregistratori per fare spazio ai DVR, ma i DVD dominano ancora le opzioni di riproduzione. Al contrario, i bambini più grandi, dai 6 agli 11 anni, sono meno innamorati di videoregistratori e lettori DVD.

Anche con l'avvento di alternative di visione a tempo, sia i ragazzi più giovani che quelli più grandi preferiscono l'intrattenimento dal vivo, con oltre il 97% della visione televisiva in diretta rispetto a quella dello stesso giorno o ad altre alternative di riproduzione. Quando i bambini più piccoli scelgono la programmazione in playback, guardano più pubblicità (50%) di qualsiasi altro gruppo di età. I ragazzi più grandi, di età compresa tra i 6 e gli 11 anni, hanno guardato lo stesso numero di spot pubblicitari degli adulti (44%).

La programmazione per bambini rappresenta circa il 28% del totale dei contenuti video on demand gratuiti...

Ripetere, riprodurre

I modelli di visione dei video on demand (VOD) rivelano un dato interessante sui bambini. Quando un programma piace, piace davvero e lo guarderanno ancora e ancora e ancora. La programmazione per bambini rappresenta circa il 28% del totale dei contenuti video on demand gratuiti, con molti dei programmi più popolari che si affiancano alle offerte televisive come Nick Jr., Nickelodeon, PBS Sprout e Cartoon Network.

Gli spettacoli per bambini più popolari su VOD godono di un numero di ripetizioni quasi doppio rispetto agli altri contenuti VOD gratuiti. Gli episodi dei programmi più popolari, come SpongeBob Square Pants™, iCarly™, Dora the Explorer™ o The Backyardigans™, possono raggiungere i 50 milioni di minuti totali di visione in un mese.

Tipi di web

L'utilizzo di Internet aumenta con l'età: quasi la metà dei bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni naviga sul Web, rispetto ad appena un quinto dei bambini di età compresa tra i 2 e i 5 anni. Il tempo di navigazione più intenso si concentra nei fine settimana e nelle fasce orarie del doposcuola e del dopocena. Per tutti i bambini di età compresa tra i 2 e gli 11 anni, i risultati sono equamente suddivisi, con quasi la metà che utilizza solo la TV e poco più della metà che dedica tempo sia alla TV che a Internet.

KidsViewing_Charts_161109_3

Più di altri gruppi di età, quasi il 45% dei bambini guardava solo la TV, senza accedere contemporaneamente a Internet. Circa il 60% o più degli adolescenti e degli adulti più anziani sono utenti di TV/Internet.

La TV dal vivo ha dominato la quota di minuti di video negli ultimi quattro trimestri per i bambini di età compresa tra i 2 e gli 11 anni, mentre lo streaming online è aumentato marginalmente per i bambini di età compresa tra i 2 e i 5 anni ed è rimasto invariato per i giovani di età compresa tra i 6 e gli 11 anni. Accessibili e adattabili, i bambini sono rapidi nell'apprendimento, disposti a provare nuovi media e dispositivi, ma fedeli alla TV dal vivo. Consumatori di media diversi, il loro appetito per la programmazione cresce senza sosta, così come il tempo totale di visione, offrendo più punti di contatto e fasce orarie per i marketer flessibili.