Passa al contenuto
Centro notizie > Eventi

I leader di Nielsen condividono i prossimi sviluppi della pubblicità dai Lions di Cannes

3 minuti di lettura | Luglio 2019

Una volta all'anno, i leader delle agenzie pubblicitarie, dei marchi di consumo globali, delle piattaforme digitali e di altri attori dell'ecosistema dei media si riuniscono nel sud della Francia per il Cannes Lions International Festival of Creativity. Attraverso tavole rotonde e interviste, i diversi attori dei media esplorano cosa tiene svegli i marketer e cosa si sta facendo al riguardo. 

Durante il festival di quest'anno, Megan Clarken, Chief Commercial Officer di Nielsen Global Media, ha sottolineato l'importanza dei dati e della diversità. dei dati e della diversità. Inoltre, Megan Clarken e altri dirigenti di Nielsen si sono espressi durante tutta la settimana sulla direzione che il settore pubblicitario sta prendendo, con temi chiave che sono emersi intorno all'espansione della definizione di TV, alla possibilità di rendere possibile la TV indirizzabile e alla potenza dei big data.

LA CONVERGENZA DELLA PUBBLICITÀ TELEVISIVA E DIGITALE

L'ascesa del video digitale e la frammentazione del settore dei media hanno spinto i brand a cercare metriche e misurazioni coerenti della pubblicità sia nel video digitale che in quello lineare. Di conseguenza, la misurazione indipendente da parte di terzi sta diventando sempre più cruciale per comprendere l'efficacia delle campagne pubblicitarie.

I lettori e le piattaforme digitali vogliono competere con la TV

Megan Clarken, Chief Commercial Officer di Nielsen Global Media: "Quello che vediamo accadere è che i player digital-first e le piattaforme digitali per i video premium hanno deciso che tutti i dati in loro possesso confondono gli inserzionisti. Vogliono quindi competere con la TV e si stanno muovendo per poter fare un confronto con la TV".

Espansione delle valutazioni dei contenuti di streaming video on demand (SVOD) su tutte le piattaforme

Megan Clarken: "Ogni giorno [i clienti dei player SVOD] vogliono sapere se stanno ricevendo o meno quello per cui hanno pagato o quello per cui sono stati pagati in termini di contenuti, e vogliono che sia fatto da un player indipendente di terze parti".

RENDERE POSSIBILE LA PUBBLICITÀ INDIRIZZABILE

Se da un lato i player digitali sono alla ricerca di misurazioni che li rendano più paragonabili alla TV, dall'altro le entità televisive tradizionali sono sempre più interessate alla personalizzazione che il digitale presenta. Per questo motivo, la pubblicità indirizzabile - che raggiunge le singole famiglie con annunci televisivi personalizzati simili a quelli dello spazio digitale - è diventata un obiettivo primario per molti operatori di marketing. Non sorprende che la misurazione giocherà un ruolo chiave per gli inserzionisti in questo spazio a livello globale.

L'indirizzabilità è finalmente arrivata 

Vikram Somaya, Chief Data Officer, Nielsen: "Penso che finalmente i programmatori abbiano la possibilità di portare l'indirizzabilità in televisione. Molti dei problemi erano, certamente dal lato della vendita, "Come funzionava in realtà con la misurazione su cui tutto era transato?".

Nielsen sta preparando la piattaforma per la TV indirizzabile e il decisioning pubblicitario

Kelly Abcarian, General Manager, Advanced Video Advertising, Nielsen: "Innanzitutto, la misurazione è il fondamento di ciò che Nielsen fornisce al mercato e di ciò che continueremo a fare. Siamo davvero concentrati su come sbloccare l'indirizzabile in un modo che porti alla standardizzazione di tutte le impressioni".

Nielsen O'Grady progetta una nuova offerta indirizzabile per il Regno Unito

Matt O'Grady, International Commercial Leader, Nielsen Global Media: "Nielsen sta investendo molto nell'addressable. La TV indirizzabile è molto promettente. La TV sarà venduta con la TV lineare indirizzabile, over the top e data-driven. E noi abbiamo soluzioni che stiamo pianificando di implementare per tutti questi aspetti a livello globale".

SFRUTTARE LA POTENZA DEI BIG DATA

Il digitale ha creato più dati che mai, ma non tutti i dati sono uguali. La qualità dei dati è incredibilmente importante. Per i marchi e gli inserzionisti desiderosi di sfruttare le nuove tecnologie come l'apprendimento automatico e l'intelligenza artificiale, è necessario disporre di dati validi per creare intuizioni preziose. 

Come i pannelli migliorano i Big Data 

Dave Hohman, EVP & Managing Director, Demand-side Media, Nielsen: "I panel di Nielsen vengono utilizzati e credo che continueranno a essere utilizzati come una sorta di fonte di verità. Quando si esaminano grandi insiemi di dati, possono contenere molto rumore o pregiudizi, intenzionali o meno".

L'apprendimento automatico accelera l'azione

Linda Dupree, CEO di Nielsen Catalina Solutions: "Negli ultimi cinque anni abbiamo lavorato sull'apprendimento automatico e sull'intelligenza artificiale, con molti test e molto rigore. Nei prossimi mesi aggiungeremo l'apprendimento automatico ai nostri prodotti di targeting e ai nostri prodotti di misurazione".

it