Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Rapporto multischermo australiano Q2 2014

1 minuto di lettura | Ottobre 2014

Il rapporto australiano sul multischermo per il secondo trimestre 2014 rivela che gli australiani guardano più televisione sui televisori domestici rispetto all'anno precedente e continuano ad adottare nuove tecnologie di schermo.

Anche l'uso totale dello schermo televisivo è aumentato rispetto a un anno fa, riflettendo la progressiva adozione di nuovi dispositivi collegati al televisore e di televisori con la possibilità di connettersi a Internet.

I punti salienti di questa edizione:

  • Gli australiani guardano in media 97 ore e 03 minuti (97:03) di televisione tradizionale al mese, con un aumento di 26 minuti al mese rispetto all'anno precedente.
  • Il 91,8% di tutti gli ascolti televisivi è in diretta, mentre la riproduzione di contenuti registrati e guardati entro sette giorni rappresenta l'8,2% (7:58 al mese).
  • Gli australiani spendono in media 39:27 al mese online.
  • Il 27% delle case ha un televisore con connessione a Internet, sia esso connesso o meno (22% nel secondo trimestre 2013).
  • Il 42% delle case dispone di tablet (33% nel secondo trimestre 2013).
  • Il 71% degli australiani di età superiore ai 16 anni possiede uno smartphone (65% nel secondo trimestre 2013) e dichiara di guardare in media 1:56 minuti al mese di video su questi dispositivi (1:20 un anno prima).
  • 13,516 milioni di australiani guardano ogni mese qualche video su Internet (compresi i contenuti televisivi trasmessi e non trasmessi): una media di 8:08 al mese.
 
Il rapporto australiano sul multischermo
L'Australian Multi-Screen Report, pubblicato trimestralmente, è la prima e unica ricerca nazionale sulle tendenze della visione di video nelle case australiane attraverso televisione, computer e dispositivi mobili. Combina i dati delle tre migliori fonti di ricerca disponibili: i panel di classificazione televisiva OzTAM e Regional TAM e il panel nazionale NetView, il database Consumer & Media View e l'Australian Connected Consumers Report di Nielsen.