Passa al contenuto
Approfondimenti > Pubblico

Star-Struck: Cosa vuole lo spettatore indiano

2 minuti di lettura | Aprile 2014

Uno sguardo attento alle preferenze del pubblico cinematografico indiano

  • Ogni aspetto del film viene discusso con la famiglia, gli amici e i colleghi, ma la decisione finale di guardare un film non è pianificata e istintiva.
  • I film sono oggi i più redditizi nei primi giorni di uscita grazie alla maggiore diffusione dei social media.
  • Il 51% del pubblico che va al cinema è influenzato da offerte e sconti

Se ci sono due cose che guidano l'India, sono il cricket e il cinema. Le prestazioni della squadra indiana vacillano di tanto in tanto, ma il successo dell'industria cinematografica indiana continua a crescere.

L'industria cinematografica indiana è la più grande del mondo. Produce più di 1.000 film all'anno in oltre 20 lingue. Per mettere questo dato in prospettiva, la più redditizia industria cinematografica statunitense produce circa 600 film all'anno.

La popolazione indiana, appassionata di film e di star del cinema, sostiene la vasta industria acquistando circa 3,3 miliardi di biglietti all'anno, il numero più alto di tutti i Paesi. Inoltre, la popolarità dei film prodotti nel Paese sta crescendo all'estero, soprattutto nei Paesi con una vasta popolazione indiana espatriata. Si stima che i ricavi dell'industria, provenienti da fonti quali l'incasso dei biglietti al botteghino, l'home video e i ricavi accessori che includono i diritti di trasmissione, aumenteranno* del 9% ogni anno e raggiungeranno un valore di 2,8 miliardi di dollari entro il 2015.

La crescita dell'industria cinematografica indiana è stata favorita dall'aumento del potere d'acquisto delle persone in tutto il Paese, soprattutto nelle aree urbane. Anche la recente impennata della percentuale di giovani nel Paese ha contribuito: circa la metà dell'India ha meno di 25 anni.

Nel tentativo di comprendere la popolazione cinematografica del Paese, Nielsen ha condotto uno studio sulle preferenze degli spettatori e sui modelli di acquisto dei biglietti. Queste informazioni possono dare un vantaggio ai gestori di cinema e alle società di intrattenimento.

Lavoro di promozione

Offerte e sconti fanno la differenza nella vendita dei biglietti. Ben l'80% degli intervistati ha dichiarato di aver modificato il proprio programma cinematografico per approfittare di sconti e offerte. Circa due terzi degli intervistati hanno dichiarato che l'uscita al cinema è stata accompagnata da qualche spesa, tra cui mangiare fuori e/o attività di svago, mentre tre persone su cinque hanno fatto acquisti prima o dopo il cinema.