Passa al contenuto
Approfondimenti > Pubblico

Ispanici, la trasformazione del panorama dei consumatori

3 minuti di lettura | Agosto 2016

Il panorama dei consumatori americani sta cambiando immensamente grazie ai rapidi spostamenti demografici e tecnologici. Per quasi due decenni, gli ispanici hanno alimentato la crescita della popolazione statunitense. Secondo il Pew Research Center, oggi più di 55 milioni di ispanici chiamano il Paese casa, rispetto ai 35,7 milioni del 2000. Allo stesso tempo, la tecnologia ha eliminato i confini fisici e ha permesso alle aziende di crescere e raggiungere i consumatori in lungo e in largo.

"La crescita dei consumatori ispanici non può più essere vista come un cambiamento demografico, ma piuttosto come un'opportunità economica per far crescere il vostro business", ha dichiarato Cesar Conde, presidente di NBCUniversal International Group e NBCUniversal Telemundo Enterprises, durante la Conferenza Consumer 360 2016 di Nielsen a Las Vegas. Durante la due giorni di eventi incentrati sulle perturbazioni che colpiscono oggi i marchi e sulle innovazioni trasformative che li aiutano ad avere successo, Conde ha condiviso le sue riflessioni su "La trasformazione del panorama dei consumatori" e su come i latinos siano diventati una forza economica che non può essere ignorata.

Nel 2015, gli ispano-americani hanno controllato un potere d'acquisto di 1,3 trilioni di dollari e, con una proiezione di 1,7 trilioni di dollari entro il 2020, sono in grado di guidare il cambiamento culturale, economico e politico. Per mettere questo dato in prospettiva, se gli ispanici statunitensi fossero un Paese a sé stante, avrebbero la 14° economia più grande del mondo.  

E questo potere di spesa continuerà a crescere con la demografia. I latini sono stati la principale forza trainante dell'aumento del tasso di natalità negli Stati Uniti e nei prossimi cinque anni rappresenteranno il 50% della crescita demografica. Dato il potenziale di crescita dei ricavi, i marchi e le aziende possono permettersi di non coinvolgere gli ispanici?

Per Conde, la risposta breve è no.

Gli ispanici non solo stanno cambiando il panorama dei consumatori grazie alle dimensioni del loro portafoglio e della loro popolazione, ma la loro influenza sulla musica, sulla politica e sugli affari sta ridefinendo l'America. Per Conde, quest'epoca di rapida trasformazione culturale e demografica richiede una maggiore e più profonda conoscenza per raggiungere questo gruppo unico.

Il panorama dei consumatori di oggi è più multiculturale che mai e le aziende non possono più avere una strategia "unica". Che si tratti di leader di mercato che vogliono trasformare la loro strategia o di un marchio che vuole entrare nel mercato ispanico, sapere come e dove trovarli richiede pazienza e innovazione.

"Gli ispanici vivono una realtà ambiculturale. A differenza di altri gruppi di immigrati, gli ispanici si sentono 200%ers™-100% americani e 100% latini, e questo è più diffuso tra i giovani", ha detto Conde. In altre parole, questi consumatori sono in grado di passare da una cultura all'altra, americana e latina, senza problemi. Nel 2014, più di un terzo delle case ispaniche parlava sia inglese che spagnolo, con un aumento dell'87% rispetto al 2013. Non è più sufficiente per i marchi gettare un'ampia rete o commercializzare agli ispanici solo in inglese o in spagnolo: hanno bisogno di entrambi. La lingua è importante, ma non è l'unico punto di contatto.

I latini rappresentano un quinto della popolazione Millennial degli Stati Uniti, il che li rende nativi digitali e precoci nell'adozione della tecnologia, e Telemundo li ha definiti Generazione M: Millennial, Multicultural, Mobile™. Mentre la lingua, i costumi, i cibi e le credenze culturali li accomunano, la tecnologia è ciò che li tiene in contatto. Per raggiungere la Generazione M®, le campagne devono essere mobili, dato che l'83% dei Millennial ispanici dorme con il telefono e l'89% usa i siti di social networking. "Dobbiamo connetterci alle loro condizioni o non saremo letteralmente sul loro radar", ha osservato Conde.

I marchi che sono autentici e si sforzano di comprendere l'unicità e le differenze degli ispanici avranno più successo nel creare connessioni significative e reali con questo gruppo. Le strategie di marketing non possono essere solo parte di una strategia di mercato totale, ha sottolineato Conde. Al contrario, i marchi devono cercare sfumature culturali che siano rilevanti e autentiche.

"Gli ispanici stanno rapidamente diventando i consumatori e gli influenzatori di domani", ha concluso Conde. "È fondamentale che le aziende agiscano e si impegnino con loro ora".

NOTA

GENERATION M è un marchio registrato e GENERATION M: MILLENNIAL, MULTICULTURAL & MOBILE e 200%ERS sono marchi di NBCUniversal Media, LLC.