Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Il punto di forza della radio contemporanea urbana

2 minuti di lettura | Novembre 2015

Nel corso di quest'ultimo anno, sembra che quasi ovunque si guardi e si ascolti, la musica hip-hop stia facendo faville. Che si tratti del circuito dei festival musicali estivi, del successo di Fox Empire o delle vendite digitali di album, è evidente il profondo e crescente interesse per l'hip-hop. Ma tutta questa attenzione recente può essere ricondotta alle onde radiofoniche, dove il formato Urban Contemporary mescola musica R&B, rap e hip-hop da oltre 40 anni.

Negli ultimi anni, l'Urban Contemporary è stata al crocevia della musica pop beat, in sintonia con l'appeal sempre più ampio di molti dei più grandi artisti urbani di oggi. Questa costante evoluzione ha contribuito a stabilire il ritmo dei successi urbani mainstream. Recentemente, però, il formato è cresciuto a dismisura negli ascolti, soprattutto negli ultimi due anni. 

In poche parole, il 2014 e il 2015 sono stati i due anni migliori di sempre per Urban Contemporary nei 48 mercati PPM (Portable People Meter) di Nielsen. E proprio quest'autunno, il formato ha registrato il suo mese migliore per quanto riguarda la quota di ascolto tra le persone di età pari o superiore a 6 anni, 18-34 e 25-54 anni.

Questa crescita si è concentrata nella fascia demografica 18-34, che rappresenta il nucleo tradizionale del pubblico di Urban Contemporary; ma ciò che è degno di nota è l'aumento drammatico che si è registrato in particolare tra i giovani di età compresa tra i 25 e i 34 anni. Gli ascolti di questa fascia d'età sono cresciuti di un impressionante 35% dal 2011 al 2015. Nel frattempo, il pubblico dei teenager e dei giovani adulti è rimasto invariato.

La crescente popolarità di questo formato crea uno scenario interessante per gli altri formati del panorama radiofonico urbano, che comprende sia Urban Adult Contemporary (AC) - il formato più ascoltato dai consumatori di colore - sia Classic Hip-Hop - un formato che ha conquistato le prime pagine dei giornali negli ultimi 12 mesi. Il pubblico principale di Urban AC è tradizionalmente di età superiore ai 35 anni, un territorio in cui Urban Contemporary sta ora entrando. Sebbene le stazioni Classic Hip-Hop siano ancora poche, hanno costruito le loro playlist intorno all'hip-hop e al rap degli anni '90, esercitando un forte appeal sugli ascoltatori di età compresa tra i 35 e i 44 anni.

In altre parole, il panorama delle radio urbane è ora caratterizzato da un numero ancora maggiore di formati in competizione per gli stessi gruppi di ascoltatori in tutto il Paese. Se siete interessati a saperne di più, questo sarà uno dei principali argomenti di discussione della prossima Nielsen Audio Client Conference and Urban PD Clinic, che si terrà il 3-4 dicembre a Washington.