Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

I tre migliori annunci del Black Friday che hanno superato gli altri

3 minuti di lettura | Dicembre 2013

Il Black Friday e il Cyber Monday sono vere e proprie tradizioni americane. Offrono ai consumatori l'opportunità di recarsi nei negozi dopo i ringraziamenti e di acquistare un sacco di altre cose per cui essere grati. Come suggerisce il nome Black Friday, tuttavia, i rivenditori si trovano ad affrontare una situazione molto diversa: un campo di battaglia ad alta tensione in cui vincere o perdere può avere un impatto drammatico sull'andamento delle vendite annuali e sulla redditività. Ben prima che ognuno di noi si preparasse a percorrere i corridoi quest'anno alla ricerca di offerte e di offerte a prezzi stracciati, gli inserzionisti hanno studiato una strategia per far sì che i loro messaggi si facessero largo tra il bombardamento di annunci che si accaparrano la limitata attenzione dei consumatori.

Con l'aumento del numero di promozioni del Black Friday/Cyber Monday, diminuisce l'attualità relativa dei singoli annunci promozionali. Questo a sua volta aumenta la sfida per i marketer nel creare una forte memorabilità degli annunci e un'identità di marca.

Secondo Nielsen, a causa della confusione di annunci e promozioni, la performance degli annunci sul mercato dei rivenditori durante questo periodo critico è in calo. Rispetto all'annuncio medio**, gli annunci del Black Friday/Cyber Monday del 2013 sono stati efficaci solo per il 60% nell'attirare l'attenzione e il branding della popolazione generale (persone dai 13 anni in su), continuando una tendenza iniziata nel 2012. Il coinvolgimento relativamente scarso degli annunci del Black Friday/Cyber Monday non sorprende, tuttavia, se si considera l'intento di base di questi annunci. In particolare, si concentrano sull'educazione promozionale piuttosto che sull'intrattenimento. Per questo motivo, gli annunci del Black Friday/Cyber Monday spesso non creano connessioni emotive attraverso l'umorismo o il sentimentalismo, né contengono immagini che catturano l'attenzione, caratteristiche note per la memorizzazione degli annunci in mezzo al rumore dell'attuale ambiente televisivo reale.

venerdì nero-tv-ad-effetto

Tuttavia, anche a fronte di queste sfide, alcune inserzioni del Black Friday/Cyber Monday 2013 hanno ottenuto risultati superiori alla media.

Lo spot di Toys "R" Us "I desideri si avverano" ha guidato il Black Friday/Cyber Monday di quest'anno per impatto pubblicitario, ottenendo il 32% in più di memorabilità dei contenuti e di branding rispetto alla media degli annunci del 2013. Gli spot di Toys "R" Us hanno una solida esperienza nel periodo delle festività, sfruttando la capacità unica dei loro negozi di presentare l'esperienza dei regali per bambini per classificarsi come il principale inserzionista del Black Friday/Cyber Monday dal 2011. Come già fatto in passato, quest'anno il gigante della vendita al dettaglio di giocattoli ha visualizzato l'esperienza altamente relazionabile ed emotivamente gratificante dei bambini che giocano con i giocattoli per aumentare il coinvolgimento degli spettatori e incrementare la memorabilità dell'annuncio, mettendo in evidenza il logo del marchio e la riconoscibile facciata del negozio.

Il secondo annuncio più memorabile e con un buon marchio per il Black Friday/Cyber Monday è stato quello di Pep Boys "Black Friday Sales Event", che ha ottenuto un risultato migliore del 16% rispetto alla media, dimostrando che un prodotto o un rivenditore non ha bisogno di essere direttamente collegato ai regali per le feste per generare una forte memorabilità dell'annuncio durante le vacanze. Le immagini semplici dell'annuncio, l'uso coerente dello stile creativo di Pep Boys e le offerte specifiche per il Black Friday sono stati i tratti distintivi che hanno favorito la memorabilità dell'annuncio. Inoltre, la collocazione nei programmi ha incrementato le performance dell'annuncio, che è stato trasmesso principalmente durante programmi destinati a un pubblico maschile, assicurando che l'attenzione per la "cura dell'auto" fosse comprensibile per un'alta percentuale di spettatori.

Lo spot "Gif-ing Out" di Kmart, che ha ottenuto una performance superiore dell'8% rispetto alla media degli annunci, dimostra come l'intrattenimento possa essere fondamentale per la memorizzazione degli annunci anche durante i periodi ad alta intensità promozionale. Il messaggio del Black Friday è stato presentato solo come un'etichetta alla fine di questo spot, ma le sue immagini e il suo audio, che attirano l'attenzione in modo umoristico, sono rimasti nella mente degli acquirenti per molto tempo dopo aver spento il televisore.

Note

*Quoziente di impatto dell'annuncio (Ad IQ) = percentuale di spettatori che ricordano sia il contenuto dell'annuncio sia il marchio pubblicizzato 24 ore dopo l'esposizione naturale alla visione divisa per la norma di tutti gli annunci**.

**Norma del database: comprende gli annunci di tutte le categorie in qualsiasi momento dell'anno nell'ambito della copertura TVBE.

Fonte: Nielsen TV Brand Effect 11.1.13 - 12.2.13. P13+. Dati 2011: 11.1.11 - 11.30.11. Dati 2012: 11.1.12 - 11.30.12